Si parte venerdì 30 luglio con la straordinario collettivo afrojazz “C’mon Tigre” alla Masseria Ferragnano, alle porte di Locorotondo. In apertura un incontro unico con il fumettista e autore televisivo Makkox (ingresso gratuito, ma tramite biglietto con l’app Dice.fm).

Sabato 31 luglio Guido Harari, tra i più celebri fotografi italiani di musica, torna al Locus festival dopo la mostra “Sonica” nel 2020 e inaugura alle 18 in Piazza Aldo Moro a Locorotondo “Muse” progetto speciale, in prima esclusiva per il Locus, che metterà in mostra per le strade del centro storico di Locorotondo fino al 31 agosto, più di 40 celebri ritratti di icone femminili della musica internazionale e italiana: da Patti Smith a Nina Simone, da Joni Mitchell a Laurie Anderson, Fatoumata Diawara e Tina Turner, passando per Gianna Nannini, Patty Pravo e Mia Martini, solo per citarne alcune. La mostra è organizzata in collaborazione con l’Associazione “Il Tre Ruote Ebbro”.
A seguire Niccolò Fabi mantiene la sua promessa con il pubblico del Locus festival e recupera il concerto con la band del 2020 già sold out, alla Masseria Ferragnano: 2 ore ininterrotte di musica per un viaggio in cui farsi trasportare liberamente. Nella stessa serata si esibirà anche una delle voci più originali della scena musicale italiana e del rock di matrice mediterranea: Cristina Donà.

Domenica primo agosto in programma alla Masseria un progetto speciale in prima assoluta al Locus, già sold out: si celebra il quarantennale di un disco perfetto: “La Voce Del Padrone” del Maestro Franco Battiato. Il musicista e cantautore Fabio Cinti, insieme a 16 elementi dell’Orchestra della Magna Grecia, rivisiterà in un’emozionante chiave sinfonica le 7 canzoni che compongono l’album e altri classici dell’artista siciliano. A rendere ancora più unica la serata, il concerto di Frida Bollani Magoni, giovane pianista figlia d’arte, da sempre immersa nel mondo dei suoni e della musica.
Il Locus Festival prosegue dal 7 agosto al 29 agosto con una line-up eterogenea e di altissima qualità, nella quale nuovi nomi del jazz e della musica nera internazionale come la super band Kokoroko convivono accanto a talenti come la statunitense Keiyaa e a giganti della musica italiana come James Senese Napoli Centrale, Samuele Bersani.

Il live dei Sons of Kemet previsto il 12 agosto purtroppo è stato annullato per motivi legati al contenimento della pandemia in Inghilterra. Rimangono confermati gli altri concerti previsti per quella data.

Reduci dall’exploit sanremese, tornano in Valle d’Itria anche Colapesce e Dimartino con uno show potente e sorprendente in cui suoneranno live sia i brani che compongono “I Mortali” che alcuni classici del loro repertorio solista. Dal palco dell’Ariston passano a quello del Locus per tre concerti sold out anche Willie Peyote, Coma_Cose e il vincitore dell’edizione 2020 Diodato.
La diva definitiva M¥SS KETA guida in line-up una ricca legione di artiste che danno lustro all’intera rassegna, da Emma Nolde ad Ariete passando per, Greta Zuccoli, Ginevra Nervi, Any Other, Kety Fusco e Whitemary.

Ampio spazio anche alla sperimentazione e alle forme più ricercate del suono, con l’atteso ritorno di Iosonouncane, le sonorità le sonorità graffiti pop di Frah Quintale, la nuova svolta ambient del producer pugliese Populous, le sperimentazioni tra jazz ed elettronica di Franco D’Andrea & DJ Rocca, o quelle tra jazz e musica nera del progetto Cosmic Renaissance di Gianluca Petrella, la psichedelia televisiva dei Post Nebbia, le esibizioni avanguardiste di Studio Murena, il sax tropicale di Laura Agnusdei e il nuovo progetto Il Quadro di Troisi che vede insieme Donato Dozzy ed Eva Geist.
Spazio anche al teatro con The Black’s Tales Tour, opera originale di Licia Lanera che racconta incubi notturni e storie di insonnia, per parlare di alcune donne, delle loro ossessioni, delle loro manie, delle loro paure.

Domenica 29 agosto l’evento di chiusura del Locus avrà come inedito palcoscenico il piazzale della Basilica di San Nicola a Bari, che ospiterà il live di uno dei giovani cantautori italiani più apprezzati all’estero: Andrea Laszlo De Simone con l’Immensità Orchestra.
Gli Occhi saranno aperti anche sulla sicurezza sanitaria: si rinnovano e si aggiornano le misure già adottate con successo lo scorso anno, spettacoli con pubblico seduto e posti numerati, lasciando un posto vuoto per il distanziamento tra singoli o gruppi di congiunti (max 4 persone), obbligo all’uso della mascherina, dispenser diffusi per l’igiene delle mani, misurazione della temperatura all’ingresso, tracciamento dei partecipanti e utilizzo di piattaforme per la prevendita online. Anche per gli eventi gratuiti, occorrerà procurarsi un biglietto di prenotazione tramite l’app DICE.fm. Per accedere agli eventi, dal 7 agosto in poi sarà necessario esibire il Green Pass unitamente ad un documento d’identità.

Pin It

cerca