Non solo uno dei luoghi più belli di Taranto, ma anche una traccia di quello che si ritiene il passaggio di san Pietro nel I sec. d.C. nel suo viaggio verso Roma. È la zona del mar Piccolo che, il prossimo 5 agosto alle ore 17, ospita l’evento “Il cammino dai giardini di Eucadius al Cervaricium”. L’archeologia incontra la narrazione e si fonde nel percorso esperienziale con visita guidata ideato dalla cooperativa Polisviluppo. Un itinerario intriso di racconti che sarà possibile scoprire accompagnati da guide abilitate: un tempo qui si trovava il tratto extraurbano della via Appia. Storia e natura si fondono sulle sponde di queste acque dove sorge la Basilica medievale dei Santissimi Pietro e Andrea. Un simbolo di grande fascino, costruito sui resti di una grande domus romana: sia la cripta che l’abside raccontano una storia millenaria. Tutt’intorno, l’antico tratturo delle sorgenti che conduce al convento dei Battendieri con il suo fiume Cervaro che, in passato, veniva utilizzato per la lavorazione della lana. E, proprio in questa zona, alcuni studi identificano il passaggio del Principe degli Apostoli destinatario del progetto a tema “La via Petrina – Il viaggio di san Pietro dalla Puglia a Roma” nato con l’idea di vivere le tappe compiute da San Pietro proprio a partire dal suo approdo in terra di Puglia. L’iniziativa, vincitrice due anni fa di un bando sostenuto dalla Regione Puglia e patrocinato dal Comune, vede Taranto come città- pilota di un progetto di turismo lento e sostenibile che, a livello regionale, vuole unire itinerari, paesaggi e aree accomunate dal culto petrino.

«Siamo molto felici di offrire una lettura inedita di questi luoghi- commenta la Polisviluppo- raccontandone origini e apprezzandone, insieme ai visitatori, le enormi potenzialità in chiave turistica su cui operatori pubblici e privati stanno già lavorando da tempo. La nostra città ha tantissimo da offrire e, per questa ragione, abbiamo pensato a questa iniziativa che sarà poi replicata il 17 agosto. Siamo a pochi chilometri dal centro abitato, ma l’atmosfera è davvero unica».

L’incontro, sia giovedì 5 che martedì 17 agosto, è alle ore 17 presso l’Oasi dei Battendieri. Il percorso prevede il cammino di circa 4 km (tra andata e ritorno) lungo il tratturo delle sorgenti, la visita alla Basilica con l’ipogeo dell’acquedotto romano, al convento dei Battendieri e al fiume Cervaro. Durata totale circa 3 ore. Ma non finisce qui: per tutti i partecipanti in omaggio la ‘conchiglia del pellegrino’, antico simbolo di chi si intraprendeva il cammino verso i luoghi toccati dai primi testimoni della fede cristiana. Al termine, un fresco aperitivo nei pressi dell’Oasi dei Battendieri. Quota di partecipazione 10 euro, gratis per i bambini. Abbigliamento consigliato: scarpe da trekking o ginnastica, cappello. La prenotazione è obbligatoria e l’iniziativa è realizzata nel rispetto delle norme anti- Covid 19. Info e prenotazioni al 340.7641759.

Pin It

cerca