Sdoganare ogni tabù politico anche su piani istituzionali così importanti, in barba anche alla storia politica di ognuno e alle richieste preventive dei consiglieri, è un gravissimo rischio per il senso  stesso delle Istituzioni e della Politica.

Un patto politico impone rigore e rispetto se rimane sul piano della politica. Una visione strategica da manuale militare, di potere per il potere, mina qualsiasi  equilibrio tra i mezzi e l’obiettivo politico da raggiungere.

Sono altri i nostri valori e i nostri metodi.

La politica serve a cambiare in meglio la vita delle persone, quella di tutti i cittadini pugliesi.

Noi dirigenti del Partito Democratico siamo chiamati a dare risposte chiare ai nostri elettori e dobbiamo rispondere a loro secondo coscienza.

Confidiamo nei Consiglieri Regionali affinché prendano posizione netta e chiariscano in modo definitivo con il Presidente questa ambiguità politica, così
come chiediamo al Segretario Nazionale di essere sensibile interprete dei valori del Partito e dei suoi militanti mai così turbati come in questa circostanza.

Continuare in questa direzione significherebbe la morte del centrosinistra in Puglia, così come la distruzione del lavoro di anni in cui abbiamo rappresentato, nonostante alcune ombre, un modello da seguire per il mezzogiorno.

Sono altre le cose che ci aspettiamo, in tema di sanità e liste di attesa, di paesaggio post xylella e agricoltura, di Pnrr.

Intervengano i Consiglieri Regionali, intervenga la Segreteria Nazionale, intervengano i nostri Parlamentari.

Lecce 04/02/2022

il Segretario Provinciale

Ing. Ippazio Antonio Morciano

cerca