Singole maschere e gruppi di maschere si riuniranno il largo Villa per aspettare la partenza del corteo nuziale tra “Maculata Polmonata” e “Necchino Rocchitello” accompagnati dai rispettivi genitori, dai compari e dagli invitati: tutti rigorosamente in abiti nostrani e con scambi di ruoli (l'uomo vestito da donna e viceversa). Il corteo lascerà largo Villa per dirigersi in piazza Cattedrale dove sarà celebrato il matrimonio; sarà celebrato dal sindaco sotto la direzione del barbiere, lontana figura emblematica che appunto dirigeva lo svolgimento degli sposalizi. Musica e balli faranno contorno al banchetto nuziale dove tutti potranno partecipare con degustazione di fagioli con cotica, cicorie e fave, salsiccia arrosto, dolci e vino.

La serata si concluderà con il funerale di carnevale che secondo la tradizione a fine festa moriva tra grida e finti pianti: un mesto corteo si snoderà fra piazza Cattedrale e la vicina piazza mons. Cavalieri dove il Carnevale sarà "appicciato" (bruciato). Per l'occasione, infatti, nelle vie del paese sono stati sistemati, secondo appunto una vecchia tradizione, pupazzi dalle sembianze umane che rappresentano il Carnevale e tra questi uno morirà. Nel corso di tutta la giornata A.c.t! Monti Dauni accompagnerà i visitatori per una visita guidata alla Cattedrale e al Borgo di Troja. Le visite guidate partiranno dall’Ufficio turistico sito in Piazza Cattedrale.

Pin It

cerca