Martedì 3 Aprile è invece la volta di una giovane realtà teatrale dei Monti Dauni. La compagnia “Teatro Novo”, costituita da  tre giovani di Motta Montecorvino, metterà in scena lo spettacolo “Cristo e l’Uomo”, uno spettacolo che intende attualizzare il messaggio della passione e morte nel contesto della crisi dell’Uomo moderno, in un insieme di riferimenti storico-sociali: “dal Nazismo alla bomba di Hiroshima, dal sequestro Moro alla fame nel Mondo, da Falcone e Borsellino allo sfrenato consumismo, dalla crisi internazionale  alla voglia di potere” (…) “Il risultato è un’immagine diversa di Yehoshua di  Nazareth, che va a materializzarsi in una speranza per tutti gli uomini.

 

Un Cristo umano, uomo, rivoluzionario e portatore di veri valori”. Uno spettacolo che non intende risparmiare le istituzioni politiche ed ecclesiastiche perché la società “ha il dovere morale di riflettere”.  La performance sarà inoltre arricchita video di grandi artisti che hanno raccontato la storia di Gesù. L’appuntamento è per Martedì 3 Aprile alle ore 21.00 presso il Cine-Teatro comunale “Pidocchietto.

Infine, da Venerdì a Domenica si rinnovano a Troja gli antichi riti della Settimana Santa. Sarà una tre giorni ricchissima di appuntamenti con le tradizioni religiose popolari e sarà un’occasione per rivivere momenti simbolici e rituali che si ripetono da secoli. Si inizia Venerdì mattina alle ore 10.00 dalla chiesa di S. Basilio (XI sec.) con la “Processione delle Catene”, si prosegue venerdì sera alle ore 20.00 con la “Processione del Misteri” e si chiude Domenica in bellezza con il commuovente rito del “Bacio”

Una settimana tra spiritualità, teatro e la suggestione di antichi riti popolari che si perpetuano in questo prezioso entroterra di Capitanata.

Pin It

cerca